CATARSI

Catarsi significa purificazione personale ed è questo ciò che cerchiamo in questa area. Sai di esser parte di un universo che ha bisogno del tuo apporto, non puoi pensare di vanificare la tua vita senza che altri possano pensare a te, anche quando non ci sarai più! 

Passiamo alle tue credenze, ai tuoi principi profondi e alla coerenza con la tua coscienza. Pratica la contemplazione e la meditazione per trovare profondo relax, ispirazione vera e la vera motivazione!

Aiutati con le seguenti domande:

-Hai fede in un qualcosa capace di guidare le tue azioni? La fede ti è d’aiuto o d’intralcio? La coltivi?

-Hai mai pensato di aiutare il prossimo? Se “No”, perchè?

-Quali sono i tuoi 5 valori profondi? Scrivili nel Form, ti prego!

-Sei allineato con essi? Se NO, controllali periodicamente!

-Pensi di contribuire in modo concreto al miglioramento del mondo e dell’umanità? Come?

-Mediti ogni tanto? Ricerchi del tempo per te soltanto per rilassarti e per trovare le risposte che contano davvero? Se “NO”, inizia!

Ecco come….

RILASSATI

Hai bisogno di combattere lo stress, frenare i ritmi frenetici imposti dalla routine di ogni giorno, ponderare meglio il lavoro e non farsi sopraffare dal carico di responsabilità e di impegni quotidiani?

Sì! Allora concediti del tempo per pensare solo a te, al tuo benessere psico-fisico e all’importanza della tua vita.

Rilassati e medita. Ritagliati del tempo per distendere e far evadere corpo e mente, necessario per ricaricarsi e ritrovare la serenità. A questo punto ti consiglierei di iniziare a seguire una branca del mio canale Youtube, dedicato proprio a questo:

Inizia con il volerti più bene concedendoti dei momenti solo per te: passeggiate periodiche nel verde, sedute di massaggi, la lettura o l’ascolto di un buon libro e infine, chiudi gli occhi e goditi finalmente relax o meditazione, ascoltando questi miei audio-video per pochi minuti ogni giorno o prima di andare a letto per stimolare alcune zone del cervello per migliorare il riposo e i processi cognitivi.

Non ci credi? Non ti rimane che provare…

ONDE CEREBRALI

Sono attività elettriche ritmiche del tessuto nervoso nel sistema nervoso centrale, individuabili e studiate con tracciati grafici tramite la registrazione dell’elettroencefalogramma effettuato con elettrodi sulla testa. La loro importanza è ormai accertata e riconosciuta nell’elevazione dei processi cognitivi e nella neuropatologia è diventata sempre più rilevante. A seconda della frequenza, si dividono in:

Delta: dai 0,1 a 3,9 hertz, sono le onde che caratterizzano gli stadi di sonno profondo;

Theta: dai 4 ai 7,9 hertz, caratterizzano gli stadi 1 e 2 del sonno NREM e il sonno REM;

Alfa: dagli 8 ai 13,9 hertz, sono tipiche della veglia ad occhi chiusi e degli istanti precedenti l’addormentamento;

Beta: dai 14 ai 30 hertz, si registrano in un soggetto in stato di veglia, nel corso di una intensa attività mentale (ad es. durante calcoli matematici) e soprattutto da aree cerebrali frontali. Mancano del requisito della periodicità, per cui non si parla di “onde” ma di “attività”;

Gamma: dai 30 ai 42 hertz, caratterizzano gli stati di particolare tensione.

Ascolta musica rilassante prima di addormentarti, per dormire meglio, avere un sonno profondo (ponderabile con il tuo smart watch) e rimediare allo stress.

Pace interiore, meditazione, onde binaturali, tutto per farti rilassare e dormire profondamente. Ottima anche la mattina per svegliarsi dolcemente con energia e vitalità.

NB: Le onde hanno diversi effetti a seconda degli individui, oggi ti faremo ascoltare le ONDE ALFA! Prova ad addormentarti in 20 minuti con questa sensazione di galleggiamento, levitazione!

Quantificane i risultati per passare poi ad altri tipi di onde per comprendere quali sono quelle che hanno i migliori effetti su di te!

MEDITAZIONE

Abbiamo trattato più volte l’importanza di cibare il cervello con pensieri sani se vogliamo che questi stessi si avverino! Uno dei più antichi e efficaci sistemi per velocizzare la motivazione verso un grande obiettivo è la Meditazione. Deriva dal latino meditatio, riflessione ed è appunto, in generale, una pratica che si utilizza per raggiungere una maggiore padronanza delle attività mentale, in modo che questa divenga capace di concentrarsi su un solo pensiero (vedasi miei video sulle leggi della concentrazione e convinzione), su un concetto elevato, o un preciso elemento della realtà, per farlo divenire assolutamente chiaro e definito.

Questa pratica millenaria, in forme differenti, è riconosciuta come parte integrante di tutte le principali tradizioni religiose. Nelle Upaniṣad, scritture sacre induiste del IX – VIII secolo a.C., è presente il primo riferimento esplicito alla meditazione che sia giunto fino a noi, indicata con il termine sanscrito “dhyāna”.

Nella psicosintesi è definita uno stato della coscienza che può essere ottenuto mediante l’indirizzamento volontario della nostra attenzione verso un determinato oggetto (meditazione riflessiva) o mediante la completa assenza di pensieri (meditazione recettiva).

Nella meditazione riflessiva l’oggetto della meditazione può essere qualsiasi cosa, da una candela accesa ad uno sguardo ma anche riferimenti ad elementi che riguardano il mondo interiore, per raggiungere un maggiore stato di concentrazione e di ponderazione. Questo è un tipo di meditazione usato spesso dalla cultura occidentale. La meditazione recettiva ha come scopo l’assenza di pensieri e permette alla mente di raggiungere un livello di “consapevolezza senza pensieri”, ovvero libero dall’attività psichica dell’essere umano, talvolta caotica e confusionaria. È un tipo di meditazione tipica di numerose filosofie e religioni orientali. Entrambe queste tipologie di meditazione richiedono fasi di concentrazione.

Affine alla meditazione è la contemplazione, con la quale si intende la capacità di lasciar riposare la mente nel suo stato naturale.

È una pratica volta quindi all’auto-realizzazione, che può avere uno scopo religiosospiritualefilosofico, o in vista di un miglioramento delle condizioni psicofisiche. La contemplazione è tenuta in grande riguardo soprattutto nel cattolicesimo dove è una pratica che affianca la preghiera e la meditazione, con le quali presenta punti di affinità. E’ spesso associata al misticismo ed è legata alle opere di Santa Teresa d’Avila e del grande teologo San Tommaso d’Aquino che scrisse: «È necessario per il bene della comunità degli uomini che ci siano persone che si dedichino a una vita di contemplazione».

ECCO COME FARE!

Per tali motivazioni ho personalmente prodotto dei brani di durata sempre crescente per avvicinarti sempre più alla tua pace interiore, con la meditazione! Dedica ogni giorno o a giorni alterni, possibilmente sempre alla stessa ora, il tempo che riesci, scegliendo il video che preferisci. Ottimo dedicare 20 minuti al mattino se sai cosa sia la mia famosa ora d’oro tutta nostra!  Grande stimolatrice di energia e vitalità. Non ti resta che provare: trova un posto tranquillo, metti le cuffie, accedi al video, start, incrocia le gambe nella classica postura, non pensare a nulla ed idealizza una candela accesa con la fiammella tremula….tutto il resto verrà da solo!

Buona esperienza con la serie dei video di Meditazione:

Buona vita…..Tony

shares