COME DIVERSIFICO IL MIO PATRIMONIO?

Sei curioso di sapere come faccio?

Oggi traiamo una bellissima lezione dal mio primo Bestseller su Amazon (qui su in copertina), inerente un problema molto percepito dal trader in erba, o coloro che si definiscono tali. Un qualcosa da cui non si può prescindere che è: la diversificazione del patrimonio!

Prima di approdare al cuore della discussione permettetemi di introdurre un paio di miei pensieri che certamente potranno esservi utili. Questa è una mia citazione abbastanza famosa nei miei canali, nella quale esprimo che:

“l’investimento con il più alto tasso d’interesse è in assoluto:

la conoscenza efficace”!

Siamo ciò che sappiamo e pongo l’attenzione sul fatto che ognuno debba necessariamente formarsi e informarsi perché il mercato è sempre più freneticamente veloce con internet e quindi dobbiamo essere più rapidi per carpire prima degli altri, prima dei competitors,  tutta una serie d’opportunità! un’altra frase che mi contraddistingue é:

“se ti vuoi arricchire, devi acquistare quando gli altri

hanno le mani tra i capelli”

Ricorda sempre l’importanza del Timing, cioè quando andare a mercato in un assets tra i fondamentali che tratteremo a breve. Se vuoi cavalcare l’onda dei rialzi devi entrare necessariamente basso! Molti staranno pensando che stia scoprendo l’acqua calda ma (ahimè) tanti altri hanno fatto errori che vanno in contraddizione a questa mia frase e peraltro, non ammetterebbero mai!

Qualora non ti piacesse leggere, ho anche preparato un bel video su questo importantissimo argomento, eccolo qui:

DISCLAIMER

Io NON sono un promotore finanziario e non posso, per legge, consigliarvi degli assets. Sono un fruitore di servizi, sono dalla Vostra stessa parte e posso però parlare di ciò che ho fatto io, posso chiedervi di prendere appunti e poi di rivolgervi al Vostro promotore il quale è pagato dalla vostra Banca per fare questo determinato genere di attività! Vi preannuncio che sarà abbastanza disorientato perché di solito “concede” consigli che la stessa Società, “obbliga” di trasferire al pubblico per raggiungere i cosiddetti obiettivi mensili o “Bonus di produzione”! Sono molto pochi gli italiani dotati di acume finanziario, tutti gli altri preferiscono hobby inutili come il calcio, la playstation, le forme sul divano, Sky mania, ecc.! Dovrai essere tu a proporre ciò che voi, il futuro è il tuo, non farti raggirare  indecorosamente con ciò che non conosci! Basta! Prendi appunti!

Il nemico giurato del Trader

Permettimi ora di farti comprendere qual è il vero nemico giurato dell’investitore: è il rischio! Bisogna imparare a diventare amici del rischio utilizzando un metodo profittevole, un sistema, una strategia grazie alla quale potrai andare a braccetto con esso e non vederlo come unità anomala, un mostro da cui scappare continuamente! Sappi di base, che il rischio è inversamente proporzionale alla tipologia ed entità dell’investimento!

Mi spiego meglio. A fronte di un alto investimento, dovremo prediligere strumenti a basso rischio e viceversa. Se l’investimento dovesse essere speculativo, cioè molto rischioso, dovrai devolvere a quel assets una minima percentuale del tuo patrimonio!

La parola d’ordine per gli investitori, i traders e tutti coloro che maneggiano denaro, è: diversificare! Significa distribuire intelligentemente le proprie risorse in settori fondamentali! Eccoli qui e li tratteremo a uno ad uno.

Diversifica il patrimonio!
diversifica il patrimonio!

Liquidità

Abbraccia circa un 10-20% del proprio patrimonio. Da molti è vista come una porzione infruttifera, detenuta sui conti correnti che non partecipa alla produzione di gain. Non è assolutamente vero! La liquidità è determinante perché la ritengo essere, un fondo d’emergenza. È quella porzione di patrimonio che aumenta mensilmente grazie alle entrate del Cash-Flow, da cui potrò costantemente attingere per:

  • Elevare le mie conoscenze acquistando libri, effettuando corsi, ecc.;
  • Creare un’osmosi periodica naturale verso altri assets;
  • Entrare repentinamente in assets mancanti, qualora il prezzo diventi basso ed allettante!

Obbligazionari

Detti Bond nelle nazioni anglosassoni, gli concederemo una bella fetta della torta, circa 40-50% perché? Come già spiegato precedentemente, le obbligazioni hanno un rischio molto limitato e non danno grandi percentuali di guadagno, quindi, io vi accantonerò gran parte delle mie risorse. Avrai la possibilità d’acquistare obbligazioni “pure”, altrimenti consiglio maggiormente i Fondi Comuni di Investimento (FCI) o ancor meglio gli Exchange Traded Fund (ETF ), riguardo ai quali ho già effettuato un esauriente video che ti consiglio vivamente di andare a visionare, cliccando qui!  Se proprio devo sbottonarmi,  il consiglio didattico che mi sentirei di esternare, è quello di attenzionare fondi obbligazionari che investono prioritariamente sugli Stati Uniti, nel lungo termine (75%) e poi nel medio termine (25%).

Azionari

Con questi strumenti, il discorso è quasi identico alle obbligazioni. Io ho destinato circa il 20% del totale e le azioni“pure” io le destinerei a quel profilo di investitore/trader che definisco “avanzati”.Niente paura, anche qui abbiamo FCI e ETF e ne consiglio la frammentazione in base a tipologie geografiche preferendo gli indici mondiali più rinomati, e settori merceologici. Questo 20% l’ho diviso in altri cinque strumenti!


Immobiliare

A questo ambito ho destinato il 10%. Possiamo pensare d’acquistare immobili da affittare (Buy to Rent) ma ci sono formule più moderne come l’affittare per poi subaffittare (Rent to Rent), ecc. Ti rimando alla visione di più informazioni, nella pagina Investo/Immobili. Sinteticamente, l’investimento può essere fisico oppure anche qui abbiamo FCI o ETF. Al momento, prediligo la USA zone al 75% e la UE zone al 25%.

Materie prime

Alle cosiddette commodities, ho attribuito il 10%. Per investimento puro a lungo termine, ho pensato solo al Gold (Oro) per un 50% e l’altro 50% in ETF su acqua, che ritengo essere l’oro del futuro!

Speculazioni

Dovessi andare in banca, il tuo promotore esorcizzerà in tutti i modi questo genere di assets. Ha perfettamente ragione! Come in tutto, molto dipenderà dal tuo livello nozionistico, della serie: se la conosci, non ti uccide! La speculazione è uno strumento ad altissima capacità di guadagno ma anche ad altissima possibilità di perdita! Per tale motivo, gli ho destinato solo un minimo del patrimonio, tra 2-5% max. Quali sono questi strumenti? Beh, sono il Forex, le Opzioni binarie, il Betting ma, al momento, io seguo da vicino bitcoin e le cryptovalute per le quali mi ritengo competente a tal punto d’averci scritto quello che è ancora adesso un Amazon Bestseller: Bitcoin Superstar!

Infine, una ripartizione del genere, negli ultimi anni ha portato al sottoscritto benefici a due cifre senza fare assolutamente nulla. Ciò fa capire che siamo sulla buona strada! Avrei terminato e l’ultimo consiglio che mi permetto di ripeterti è quello d’investire in conoscenza!

Un grande abbraccio e work hard: lavora duro perché se non lavori duro non arriverai mai una mazza!

Speriamo di esser stati utili ancora una volta! Commenta pure per farmi capire cosa ne pensi e ti rimandiamo al prossimo articolo!

Grazie per l’attenzione! Tony Locorriere

Ti attendo su Amazon, per i miei Bestseller, digitando il mo nome o cliccando qui!

cover mio libro

Diritti riservati da me medesimo


👋

LE MIGLIORI AZIONI SUL MERCATO

le azioni migliori

Vale la pena investire in azioni?

Di solito, molti confondono il prezzo delle azioni con il loro valore! Il prezzo è la collocazione dello strumento finanziario all’interno del suo grafico, oggetto delle attenzioni esclusive dei traders denominati “tecnici“. Il valore è tutt’altra cosa. Non è palesato in un grafico, è intrinseco ai dati aziendali e solo i cosiddetti traders “fondamentali” hanno l’ardire di accedere e consultare tali cervellotici risultati!
La battaglia tra i due tipi di traders per affermare le proprie tesi e davvero aspra ma per ciò che concerne me, sono dell’opinione che la virtù sia nel mezzo! Saper “leggere” un grafico, meglio se con time frame alti, e riuscire a mettere sotto i raggi X la Società oggetto dell’analisi, fidati è davvero un bel valore aggiunto che difficilmente darà adito a delle sorprese!
Secondo le sei leggi della Finanza, tratte dal nostro ultimo Bestseller (Risparmio Accantono Investo Guadagno), l’investimento azionario ha scarso appeal in virtù della sua monodirezionalità, cioè che vi si può guadagnare solo se sale e non se scende. Attenzione però, questo potrebbe rappresentare anche un punto di forza se seguiamo la forma mentis di uno dei più grandi investitori contemporanei: Warren Buffet, patron di una delle Holding più grandi al mondo: la Berkshire Hathaway! Se pensiamo al fatto che le aziende più grandi e efficienti al mondo, annualmente “staccano agli azionisti” quello che in gergo chiamasi “Dividendo“, una sorta di rendita a ringraziamento per il detenere le proprie azioni in portafogli, allora il tutto cambia! 

Ma esistono azioni sicure?

In linea generale, no! Parliamo comunque di capitale di rischio, investito solo per opportuna diversificazione del patrimonio. Se invece, chiediamo se esistono azioni quotate con stabili rendimenti nel tempo da poter garantire il sostentamento, la risposta è SI! Negli States, nella letteratura finanziaria, si sente spesso parlare di titoli “per le vedove e gli orfani“, cioè di titoli che hanno reso i milionari, multimilionari negli anni, titoli che hanno sparso opulenza a generazioni di investitori colmi di gratitudine.

Ma perché investire in azioni ora?

In un momento in cui i listini globali appaiono sopravvalutati, il mercato USA alle prese con innalzamenti dei tassi che potrebbero danneggiare performance, nell’attesa dell’esplosione di questa fantomatica bolla? Perché, generalmente e statisticamente, chi investe da “cassettista“, senza fretta, in Società solide non dovrebbe aver timore alcuno da nessuna correzione. 

Facciamo qualche esempio!

Dieci anni fa la crisi globale “Subprime” non era ancora esplosa e tutti i listini erano i massimi, ok? Vediamo cosa è successo! Affacciamoci sui listini globali e vediamo se esiste qualche titolo che potrebbe essere considerato come un’assicurazione sul futuro.  Quindi, se dieci anni fa avessimo acquistato a mercato, dei big, come sarebbe la storia attualmente?
  • Amazon 2.100% (inarrestabile!)
  • Brembo 763%
  • Unilever 227%
  • Nestlè 121%
  • Siemens 118%
Guardando i risultati di lungo periodo, ci permette d’individuare quelle società in grado di pagare buoni rendimenti e di avere garanzie di sviluppo, sempre che il Conto Economico sia a posto! Per quanto concerne i dividendi, Il portafoglio dei titoli indicati offre un rendimento medio 2,5% circa, ma le performance sono da panico!
Non volendo essere un invito all’investimento, attualmente sto seguendo altre società come Ominto (USA-Nasdaq), Atlantia (Italia), Gemalto (Olanda), ecc. 

Ricapitolando!

Se volessimo diversificare i nostri investimenti, inserendo azioni pure (ai neofiti consiglio ETF Azionari), dovrò valutarne:
  • La collocazione grafica per perfezionare il Timing (la tempistica d’ingresso);
  • Il valore intrinseco per confermare che l’investimento negli anni mi potrà regale ottime soddisfazioni in fatto di performance a 3 cifre;
  • Il posizionamento strategico di lungo periodo dell’Azienda all’interno di settore stabile e in buona crescita futura.
  • Il Dividendo annuale, per garantirmi una rendita, a prescindere dal suo valore!

Come fare se non ne sono capace?

La regola è semplice, ma nel contempo geniale! Se non sono capace da solo a causa della mancanza delle competenze, ho due sole strade:

  1. Acquisisco le competenze, secondo il mio motto “l’investimento con il più alto tasso d’interesse è la conoscenza efficace”, tramite corsi o letture specifiche;
  2. Faccio Outsourcing, cioè demando a qualcun altro che le competenze le ha già, come il mio amico Luca Fiandaca di “azionisicure.it“!

Ti svelo un segreto! Avrai intuito che ho una viscerale stima per Buffet. E’ il Re Mida della finanza USA. Dove tocca lui, diventa oro! In Febbraio ho appreso che una sua controllata era entrata nel capitale della Ominto, leader di CashBack mondiale e ho acquistato anch’io delle azioni. Orbene, nel giro di meno di due il mio libromesi, l’investimento mi ha fruttato il 200%. Hai capito ora? Devi seguire i grossi squali del mercato, come una remora e cibarti dei loro brandelli. Nel frattempo, devi informarti e acquisire sempre nuove competenze. Inizia dal mio libro Bestseller, vedrai che bomba!

Spero anche oggi di esserti stato utile, ti lascio attendendo un tuo commento o una domanda a cui risponderò quanto prima. Non dimenticare… work hard, lavora duro, perchè se non lavori duro non arriverai mai ad una mazza!

Tony Locorriere – Riproduzione riservata 

Disclaimer: Questo articolo viene diffuso a solo scopo didattico e NON può essere considerato sollecitazione all’investimento. Il sito web non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate, ma ti esorta a contattare il tuo personal banker per concordare un piano secondo le tue propensioni al rischio. Grazie!