COLLASSO POLITICO IN EUROPA?

10 Luglio 2022
TonyLoco

Ci occupiamo anche di finanza personale e non conoscere futuri scenari e possibili dati macroeconomici, sarebbe davvero impossibile per l’investitore avveduto, anticipare i trend! 

Questo articolo non vuole spaventare il lettore ma renderlo più edotto su ciò che sta accadendo nel mondo della finanza internazionale che potrebbe avere anche delle gravi risultanze anche nei confronti di noi cittadini! 

Cosa ci ha portati a questo?

Nel 1944 si organizzò la conferenza di “Bretton Woods”, località USA nel New Hampshire, nella quale gli Stati Uniti prepararono le fondamenta per la vittoria economica e predominio mondiale un anno prima della vittoria bellica sul nazismo.

Poi si arrivò al ferragosto 1971 con la famosa dichiarazione unilaterale nata dall’infamia del Presidente Nixon che abolì il gold standard e tanto altro, di cui ho parlato diffusamente nel Bestseller “Bitcoin superstar” che vi invito a leggere per completezza di informazione!

Nel 2005 la stampa internazionale, argomentò che il sistema in vigore fosse insostenibile e se gli Stati Uniti e il mondo intero non avessero preso iniziative per ridurre il loro bisogno di finanziamenti esterni, prima che questo processo avesse esaurito la disponibilità delle Banche centrali a continuare ad accumulare riserve in dollari, il rischio di insolvenza dell'economia globale sarebbe continuato a crescere.

I sintomi sarebbero stati: una ripida discesa del valore del dollaro statunitense, un rapido aumento dei tassi di interesse a lungo termine e un forte calo di asset come il settore azionario, la caduta delle importazioni e un significativo rallentamento globale con possibile recessione.

Tutte cose che stanno già accadendo!

Poi, siamo transitati al Bretton Woods II, espressione giornalisticache indicante: i significativi mutamenti macroeconomici avvenuti a inizio secolo, oppure la richiesta di organizzare un nuovo summit internazionale col compito di ridefinire la struttura finanziaria mondiale. 

Tale richiesta, è stata espressa già il 25 settembre 2008, dall’allora Presidente in carica dell'Unione europea,  Nicolas Sarkozy, che similmente a Charles de Gaulle, dichiarò: "Bisogna ricostruire tutto il sistema finanziario e monetario mondiale dalla base così come si è fatto dopo la Seconda guerra mondiale a Bretton Woods".

Pochi giorni dopo l’allora Primo ministro inglese Gordon Brown dichiarò che i capi dei governi del mondo devono incontrarsi per mettersi d'accordo per creare un nuovo sistema economico, necessità urgente per poter ripristinare la fiducia nel sistema, ecc. e fece girare un documento di approvazione ai suoi omologhi degli altri Stati!

Che si è fatto? Nulla! Perchè le responsabilità sono cadute sulle cause esogene come la pandemia e mai a inettitudini interne dovute anche a continui cambi di assetti politici.

La vera guerra mondiale! 

Ora, l’innesco della guerra in Ucraina, ha dato il via alla generazione di due sistemi paralleli che rispecchiano la divisione del mercato globale delle materie prime. Nel primo, il nostro modello che ha boicottato Putin, dove le materie prime si elevano continuamente di prezzo e creano inflazione record.

Nel secondo la Cina e l’India, che comprano le materie prime russe a forte sconto e mantengono stabili i loro prezzi.  Allora, chi ritieni più intelligente?

Inoltre, la paurosa prospettiva è la nascita di un nuovo ordine monetario nel quale le valute saranno garantita da sottostanti reali come materie prime e oro e non come il nulla per le valute nazionali del vecchio continente.

Il modello vincente è quello cinese e meno male che i nostri paesi della vecchia Europa sono stati grandi accumulatori di oro in passato, ma quanto potrebbe durare?

Il vero problema sono le materie prime! Si devono cercare e trovare mercati alternativi, magari in via di sviluppo, nei quali spuntare prezzi migliori e approvvigionamenti a lungo termine!

Proprio come sta accadendo col gas russo che prima o poi, chiuderà le valvole per acredine sulla guerra e perchè non saprà che farsene dei nostri euro ormai svalutati.

Gli USA (ma a dire il vero anche  gli Emiri), senza pudore, stanno corteggiando la Cina, volendo eliminare l’embargo ma ritengo che ci siano troppi risentimenti e dissapori tra le due superpotenze e non dimentichiamo che i cinesi sono storicamente a favore della Russia.

Chi ci ha messo in questi casini? Non vorrei puntare il dito ma se dovessi cercare dei responsabili li troverei negli establishment delle Banche Centrali. Il problema è sempre lo stesso: mancanza di vision, di lungimiranza! Poca roba rispetto agli omologhi russi e cinesi che sembra abbiano già profilato il tutto!

L’asse Mosca-Pechino ha dichiarato più volte di voler eliminare l’egemonia mondiale del US Dollar. La Russia sosterrà la guerra "di sfinimento" e la sua economia vendendo al grosso partner cinese, quest’ultima ha ottenuto contratti a lungo termine a prezzi inferiori che sosterranno il suo surplus commerciale a scapito della UE. Meglio di così!

Il povero Occidente è privo di armi e di alleati forti e chissà nei prossimi anni. Il sistema deve cambiare ed anche in fretta! I valori in gioco sono altissimi e la guerra in Ucraina è minima cosa rispetto a ciò che potrebbe accadere nel mondo con le grandi economie in depressione!

Ci sono soluzioni?

Le soluzioni nazionali potrebbero essere: evocare l’intervento della politica per arrivare davvero ad una terza Bretton Woods per la riprogrammazione di una soluzione globale, il tornare ad una prospettiva di semi neutralità mondiale e cercare partner a più buon prezzo, specie dai paesi dell’est e nel vicino ed instabile nord Africa e votare sempre per la pace!

Sarà facile? No! Ma certamente meglio dell’immobilismo e le fatue prese di posizione attuali che stanno destabilizzando lo scacchiere mondiale ma anche e soprattutto, noi cittadini inermi!

Grazie, al prossimo articolo! Tony


Infine, pilastro della mia produzione è che "l'investimento con il miglior tasso di interesse in assoluto è: la conoscenza efficace"! Un buon inizio potrebbe essere quello di seguirmi sul mio profilo autore su Amazon, cliccando qui! Per aver la possibilità di scaricare GRATIS i primi capitoli di qualsiasi mio percorso tu scelga.

Aiuta anche i tuoi amici a svegliarsi dal torpore, il migliore gesto che potresti compiere è quello di CONDIVIDERE i miei contenuti, con i tasti Social in basso!

Ti attendo sulla pagina "Risorse" per scaricare il file con TUTTI i miei preziosi ALLEGATI GRATUITI che mi contraddistinguono dalla concorrenza! Provali e non te ne pentirai!

Ricevi gratuitamente i prossimi interessanti articoli, registrandoti sul form apposito o semplicemente commentando l'articolo per un chiarimento, un consiglio o anche un semplice ed apprezzato saluto!

Grazie per l’attenzione! By Tony Locorriere ...

Diritti riservati - 2021

Lascia un commento