Nuovo logo Tony Locorriere

VORREI SAPERE DI PIU’ SUL BUDDISMO!

25 Maggio 2024
TonyLoco

Ci hai pensato più volte, vero? Ecco il momento di saperne davvero di più sul Buddhismo! In questo contenuto cercherò di aiutarti dal punto di vista prettamente spirituale! 

Hai mai avuto un vuoto dentro che non sei mai riuscito a colmare? Ti sei mai chiesto come mai il fenomeno del buddismo è dilagante in tutto il mondo? Perchè sempre più persone colte e VIP abbracciano questa disciplina millenaria? Quali sono le differenze rispetto alla religione che professi ora?

Tutte le risposte le troverai proprio qui perchè ti avvicinerò ai 5 Principi Fondanti del Buddismo!

Introduzione

Il Buddha, il cui nome originale era Siddhartha Gautama, è stato un mistico e filosofo indiano nato nel 563 a.C. a Lumbini, in Nepal ed è considerato ovviamente il fondatore del buddismo, una delle religioni più diffuse al mondo. 

Era figlio di reali e visse un’adolescenza di lussi e privilegi. Tuttavia, a 29 anni, Siddhartha lasciò la sua casa e la sua famiglia per cercare la verità. Siddhartha viaggiò per tutta l'India, incontrando persone di tutte le classi sociali. Vide coi suoi occhi la povertà, la malattia e la morte, e si rese conto che la sofferenza è una parte inevitabile della vita. 

Dopo anni di ricerca, Siddhartha raggiunse l'illuminazione sotto un bodhi tree, a Bodh Gaya, in India e da quel momento in poi, fu chiamato Buddha, che significa appunto "colui che è risvegliato”. La sua Mission lunga 2600 anni, è stata quella di risvegliare anche tante altre anime, senza scopo di lucro, attraverso un semplice percorso costituito da….

I PRINCIPI FONDANTI DEL BUDDHISMO 

Ricordi i Principi della tua religione? Nel buddhismo sono essenzialmente 5 e sarà facilissimo ricordarli:

-La saggezza

-La verità

-La compassione

-La meditazione

-L’etica.

Li tratterò qui di seguito ma mi soffermerò su quelli che potrebbero esserti maggiormente d’aiuto, ok?

1.I Tre Gioielli della SAGGEZZA (Triratna)

Il Buddha era convinto che l'ignoranza andasse combattuta con la conoscenza perchè senza il sapere, si dà origine a un infinità di pene, confusione, difficoltà, avidità, ira, arroganza, dubbio, gelosia e paura. Il peggio che un uomo potrebbe esprimere mentre la conoscenza porta ad una parola centrale nella filosofia buddhista: consapevolezza!

I tre gioielli del Buddhismo, sono:

-Buddha: l'essere illuminato che ha insegnato il sentiero della liberazione.

-Dharma: Gli insegnamenti del Buddha, che includono le quattro nobili verità e l'Ottuplice Sentiero, che tratterò nei punti successivi.

-Sangha: La comunità buddista, composta da monaci, monache ed educatori che praticano gli insegnamenti del Buddha, senza fini di lucro.

2.Gli insegnamenti del Buddha sulla VERITA’  (Arya Satya) 

I principali insegnamenti del Maestro sono contenuti nel Dhammapada, una raccolta di versi che sono considerati la base del buddismo. L’essenza del Dhammapada è bellissima e poetica: Ama te stesso ed osserva! Ciò nasce dalla ferma convinzione del Buddha che l’amore per se stessi possa e debba sempre tramutarsi in amore universale verso gli altri e ciò deve essere alimentato dall’Osservazione, cioè dalla meditazione introspettiva, il 4° principio.

Nel Dhammapada si insegnano le quattro Nobili Verità che sono le fondamenta degli insegnamenti del Buddha. L'insegnamento del Maestro è molto semplice e dovessi sintetizzarlo al massimo ed in modo estremamente comprensibile, direi che le 4 nobili verità sono:

1-La vita è sofferenza, la sofferenza esiste e noi dobbiamo tenerlo a mente e dobbiamo accettarlo. Noi siamo infelici perché vorremmo essere sempre felici. Non accettiamo che la vita è un armonia di opposti. Quindi se vuoi la felicità devi accettare che si parta dalla sofferenza. Se rifiuti la sofferenza non avrei mai la felicità. Se parti dalla sofferenza, la felicità avrà un valore inestimabile. 

2-La sofferenza ha una causa, è la seconda grande verità del Buddha. La sofferenza ha una causa ma in realtà ci sono tante cause che però si rifanno tutte a un'unica grande causa ed è il possesso. Noi desideriamo perchè vorrei possedere troppo. Siamo ossessionati da ciò che non abbiamo e non ci rendiamo conto di ciò che abbiamo di già! Capisci, siamo incapaci di apprezzare quello che abbiamo, e ciò ci porta inevitabilmente ad un sacco di problemi inutili.

3-La sofferenza può essere fermata, è la terza grande verità. Risponde alla domanda: cosa ti fa soffrire? Inizia a eliminare quello che ti fa soffrire. Se elimini tutti questi strati di sofferenza dalla tua vita, la porti a una situazione di essenzialità. Ecco che la sofferenza sarà andata via e starai già meglio. Il buddismo è un processo di semplificazione, di riduzione e non di accumulo come ci hanno sempre insegnato. 

4-C’è un sentiero che conduce alla soppressione della sofferenza, è la quarta grande verità. Chiunque di noi può essere felice. Per farlo il Buddha ha creato un sentiero in otto punti, alla portata di tutti, di qualsiasi credo, qualsiasi estrazione sociale, età, colore, ecc. Questi otto punti sono aspetti della nostra vita che vanno monitorati costantemente e permetteranno di vivere una vita perché memorabile, che dipenderà solo da noi e non da altro tipo di ministro di fede.

3. L'Ottuplice Sentiero della COMPASSIONE (Arya Ashtangika Marga)

È il percorso che conduce alla cessazione della sofferenza. 

Le otto fasi del sentiero rimarcano che dobbiamo elevare la rettitudine in questi 8 aspetti:

1-Comprensione della verità sulla natura della sofferenza e della sua causa.

2-Intenzione, cioè la decisione, l’intenzione appunto di voler vivere una vita virtuosa e di evitare il male. Dobbiamo avere una buona visione, una visione corretta della vita attraverso i pensieri. Infatti dobbiamo iniziare da pensieri retti, per imparare a governare la nostra mente. 

3-Retta parola, cioè il parlare onesto, gentile, compassionevole, pulito, sempre. 

4-Retta azione,  è l’agire nel modo giusto, evitando di fare del male agli altri. Si riferisce al nostro Karma, grazie al quale dobbiamo agire con amore in ogni situazione della vita. 

5-Retta sussistenza, è il guadagnarsi da vivere in modo etico e non dannoso per gli altri. il sostentamento, il modo in cui noi lavoriamo non deve essere una sofferenza per noi e gli altri, quindi non dobbiamo stressarci troppo per il lavoro.

6-Retta fatica, cioè sforzarsi di raggiungere la saggezza e la liberazione dalla sofferenza. Lo sforzo per il buddismo significa percorrere la via dei saggi che è la via di mezzo cioè stare sempre alla larga dagli estremi, ma la virtù è nel mezzo. 

E poi gli ultimi due, che sono i più spirituali...

7-Retta attenzione, cioè prestare attenzione al presente e non farsi trascinare dai pensieri del passato o del futuro. La retta presenza mentale significa imparare a vivere nel momento presente e quindi smetterla di pensare al passato e smetterla di preoccuparsi per il futuro. 

8-Retta concentrazione, cioè concentrare la mente e mantenerla tale per un lungo periodo di tempo. Ovviamente, parliamo di pratica meditativa che nel corso del tempo ti può portare addirittura a raggiungere il samadhi, cioè l’incanto e poi il Nirvana, ossia la vera e propria cessazione permanente della tua sofferenza. 

4.La Pratica della Meditazione (Bhavana)

La meditazione è un elemento fondamentale del Buddhismo perchè serve a sviluppare la consapevolezza, la concentrazione e la saggezza.  Esistono diverse tecniche di meditazione buddhista, che possono essere applicate in vari contesti della vita quotidiana. Sono organizzate tutte nei canali dove potrai anche trovare un corso completo e gratuito di meditazione e mindfulness, cliccando qui di seguito (formato audio su Spotify, formato video su YouTube).

5. L'Etica Buddhista (Sila)

L'etica buddhista si basa su principi di: 

non-violenza, compassione, generosità e onestà. 

Ulteriormente, i Cinque Precetti sono un esempio di principi etici buddhisti, eccoli:

Non uccidere, Non rubare, Non mentire, Non commettere atti sessuali scorretti, Non assumere sostanze intossicanti.

Ora, comparali con i principi religiosi che ti sono stati insegnati e dimmi se non vale la pena di diffonderli per rendere il mondo un posto migliore?

La morte del Buddha

Il Buddha morì a 80 anni, nel 483 a.C., a Kushinagar, in India. La sua morte fu un evento molto importante per i suoi seguaci, che lo considerarono ovviamente una grande perdita. Tuttavia, gli insegnamenti del Buddha continuano ad essere diffusi e praticati ancora oggi, e hanno aiutato milioni di persone a trovare la pace e la felicità, non solo interiore.

Il Buddha è stato un grande maestro e una grande ispirazione per l’umanità. I suoi insegnamenti sono ancora attuali oggi e possono aiutarci a vivere una vita più vera, compassionevole e più piena.

Infine, il maestro fu cremato e le sue ceneri vennero divise in otto parti che furono poste all'interno di altrettante urne monumentali funebri detti “Stupa” e furono sparse in tutto il regno.

Capisci ora il motivo del grande successo del buddismo?

Il motivo della sua grande differenza rispetto alle altre religioni?

Non si chiede di adorare un Dio, non ci sono sacre scritture fasulle ma si chiede solo di amare se stessi, meditare, migliorare costantemente e seguire gli insegnamenti del Maestro che portano naturalmente ad una specie di compassione universale, fratellanza e focalizzazione sui valori reali della vita che è senza dubbio un percorso di semplificazione e non di complicazione, come costantemente vorrebbero farci credere.

Ti auguro di “aprire presto i tuoi occhi”, risvegliarti e investire su te stesso per crescere costantemente.

Infine, mi presento....

Sono Tony Locorriere, educatore di meditazione, fondatore del portale di crescita personale e finanziaria investosudime.com, Amazon e Audible Bestseller ed ho creato per te ben 3 corsi gratis in video su YouTube e audio su Spotify, rispettivamente di:

-Crescita personale (YouTube - Spotify);

-Biohacking (YouTube - Spotify)

-Meditazione e Mindfulness (YouTube - Spotify)

Ti prego di seguirli e inizierai un percorso personale che ti porterà ad avvicinarti alla tua consapevolezza.

Non mi rimane che salutarti con un “Namastè” (mi inchino a te), amico mio…

Spero di esserti stato utile anche oggi alla tua sana consapevolezza!

Namaste e Work hard and smart ...

buddhismo
ASCOLTA IL CONTENUTO SU SPOTIFY, DAL NOSTRO PODCAST....

Saremmo felici se tu possa verificare la nostra reputazione ed attingere velocemente a TUTTI i nostri servizi, molti dei quali GRATUITI, semplicemente Cliccando qui!

Nel nostro ultimo Bestseller "Investo su di me", il nostro "libro zero", abbiamo trattato diffusamente le possibilità di inculcare abitudini potenzianti per decuplicare gli effetti della tua azione, nella direzione dei tuoi sogni.

Infine, non perderti i prossimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter, cliccando qui!

Con stima ... by Tony di investosudime.com

Diritti riservati dall'autore

Lascia un commento

ACQUISTA LA TUA COPIA ORA!
Libro di finanza personale. Risparmio, accantono, investo, guadagno.
Migliora la Tua Cultura Finanziaria e Migliorerai la Tua Vita!